Menu

Domande frequenti

D) I livelli di attenuazione di 30 dB o più pubblicizzati sono davvero ottenibili? Sembra una riduzione poco realistica, se non eccessiva.


A) Una riduzione di 30 dB è l’attenuazione teorica in laboratorio offerta dal materiale di cui la barriera è composta. Nella nostra documentazione spieghiamo chiaramente che il rendimento sul campo di qualsiasi barriera è in gran parte determinato dalla geometria – la vicinanza della barriera alla sorgente e l’altezza della sorgente e del target. Un’attenuazione di 10–20 dB è tipica nelle applicazioni sul campo.

 

D ) In che modo deve essere installata la barriera? Ho visto installazioni in cui il lato fonoassorbente era rivolto sia verso l’interno sia verso l’esterno.


R) Se la barriera è dotata di un lato fonoassorbente, bisogna fare attenzione. Il lato fonoassorbente deve essere sempre orientato verso la sorgente del rumore per prevenire che il rumore sia riflesso all’interno del sito e ridurre i livelli di inquinamento acustico. Sulle barriere ECHO è stampato uno schema grafico che illustra il corretto orientamento durante l’installazione, per minimizzare gli errori.

 

D) Ho bisogno di poter spostare le barriere antirumore nel sito in base alle necessità. Voi sostenete che le vostre barriere sono più facili e più veloci da installare, ma tutti gli appaltatori con cui ho parlato sostengono che anche le loro barriere sono facili da installare e che tutte utilizzano fascette per cavi?


R) Le barriere Echo sono ideali se si ha bisogno di installare e rimuovere gli schermi velocemente e frequentemente. Sono dotate di caratteristiche intelligenti che consentono di ridurre i tempi di montaggio del 70% o più rispetto alle barriere convenzionali:

  • ganci esclusivi, appositamente progettati, e cavi elastici sono disponibili come accessori; basta agganciare e sganciare le barriere dalla recinzione.
  • La H2 pesa circa la metà (o meno) di altre barriere e questo rende la movimentazione e l’installazione meccanica più agevoli, in circa un terzo del tempo.
  • Possono essere arrotolate (tramite le cinghie incorporate) e una sola persona può trasportare facilmente quattro barriere.

 

D) Alcune barriere sono dotate di materiali fonoassorbenti. Sono resistenti al maltempo? Possono essere lasciate all’aperto a lungo?

R ) Le barriere convenzionali sono spesso dotate di materiale fonoassorbente su un lato. Questo lato assorbirà anche acqua. Di conseguenza, le prestazioni possono essere ridotte (a seconda del materiale e del design), il peso della barriera aumenterà e acqua sgocciolerà durante il trasporto e il magazzinaggio, con potenziale corrosione e sviluppo di muffa. Il design delle barriere Echo, esclusivo e brevettato, impedisce all’acqua di penetrare nel materiale fonoassorbente, senza compromettere le prestazioni acustiche.

 

D) In alcuni dei nostri cantieri, i furti sono all’ordine del giorno. È possibile evitare che le barriere siano rubate?

R) In primo luogo, raccomandiamo di posizionare le barriere all’interno della recinzione temporanea. L’utilizzo di fascette aumenta la sicurezza, ma queste possono essere facilmente rimosse. Uno dei nostri accessori è un cavo antifurto per aree ad alto rischio. Basta far passare il cavo negli occhielli delle barriere su un intero tratto di recinzione e quindi fissare con un lucchetto.

 

D) Poiché gli schermi sono pieni, la stabilità in caso di vento potrebbe essere un problema?

R ) È necessario assicurarsi che la recinzione sia fissata saldamente, in modo che sia stabile se esposta al vento. Si consiglia di contattare il fornitore della recinzione temporanea o del ponteggio per assicurarsi che il layout proposto sia sufficientemente stabile sotto i carichi previsti. Sezioni di recinzione battentate possono essere utilizzate oppure kit stabilizzanti sono in genere disponibili presso i fornitori delle recinzioni.

In caso di ulteriori domande sui prodotti Echo Barrier, contattaci.